Valutazione clienti

Iva agevolata e detrazioni fiscali

Su quali prodotti si applica?

Vuoi usufruire dell'IVA AGEVOLATA?

Segui i passaggi riportati di seguito.

Iva agevolata (4-10%)

iva agevolata al 4% sulla prima casaDocumenti richiesti:
  • Copia carta d’identità;
  • Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità;
  • Autocertificazione ( per scaricare il modulo);
  • Copia del Permesso di Costruire rilasciato dal Comune (ovvero Denuncia Inizio Attività /Segnalazione Certificata Inizio Attività inviata al Comune);
  • Inviare il tutto alla email info@pannellofilomuro.it;
Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario, paypal, carta di credito e contrassegno.
Realizzati su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata, con la limitazione dei beni significativi. iva agevolata al 10% per ristrutturazioniDocumenti richiesti:
  • Copia carta d’identità;
  • Copia Codice Fiscale o tessera Sanitaria in corso di validità;
  • Autocertificazione ( per scaricare il modulo);
  • Copia del Permesso di Costruire rilasciato dal Comune (ovvero Denuncia Inizio Attività /Segnalazione Certificata Inizio Attività inviata al Comune);
  • Inviare il tutto alla email info@pannellofilomuro.it;

Per usufruire delle detrazioni fiscali il pagamento deve essere effettuato tramite bonifico bancario parlante con indicazione del numero di conferma ordine.

Detrazioni fiscali

Puoi usufruire della detrazione fiscale in caso di iva al 10% e se stai effettuando lavori di edilizia libera o in lavori di manutenzione (Iva al 22%). Scopri come fare cliccando direttamente sulle finestre in basso.

detrazione fiscale al 50%

In base alle nuove normative relative alla fatturazione elettronica, può procedere ad effettuare il pagamento inserendo il numero di conferma ordine ricevuto via mail. Una volta ricevuto l’accredito del pagamento emetteremo fattura con nota di richiamo al numero di conferma ordine in modo da usufruire correttamente della detrazione fiscale.

FONTE AGENZIA DELL’ENTRATE: Gentile contribuente, già nell’art.1 comma 3 del DM 41/1998 è stato chiarito quali siano i requisiti occorrenti per la compilazione del bonifico postale o bancario destinato ad ottenere la detrazione delle spese per ristrutturazioni edilizie; in particolare occorre che siano indicati:

1) Causale del versamento;
2) Il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
3) Il numero di partita IVA o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

Per fruire delle detrazione non è richiesto che la fattura sia emessa in data antecedente a quella del bonifico, ovviamente è necessario dimostrare un collegamento univoco tra i due documenti, come nel caso in cui nel bonifico sia indicato il numero di ordine che, a sua volta, viene riportato nella fattura a cui si riferisce.
Cordiali saluti.

Questa risposta è resa a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare n.42/E del 5 agosto 2011 e non a titolo di interpello ordinario ai sensi dell’art.11 della legge n.212 del 2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di Pescara
Contact Center

iva agevolata al 22%

Se si tratta di manutenzione straordinaria o ordinaria o di interventi rientranti nell’edilizia libera non possiamo applicare l’aliquota agevolata al Suo ordine, in quanto questo tipo di intervento agevola solo i lavori eseguiti sull’immobile e non la vendita di prodotti finiti.

Per poter usufruire dell’Iva al 10% i beni devono essere acquistati direttamente dal prestatore dei servizi di manutenzione con Iva al 22%, il quale provvederà a fatturare poi a lei con IVA al 10% sui lavori.

Può, comunque, usufruire delle detrazioni fiscali in fase di dichiarazione dei redditi effettuando il pagamento con bonifico parlante.

detrazione mobili al 50%

Il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario o carta di credito.

Per beneficiare dell’agevolazione per le spese sostenute nell’anno 2022 per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui si è detto devono essere iniziati dall’01/01/2021;

Il limite di spesa è di € 10.000 per le spese sostenute dal 01/01/2022 al 31/12/2022 e si calcola per unità abitativa oggetto di intervento di recupero del patrimonio edilizio.

DECRETO: Il decreto legge n.63/2013 ha introdotto un’ulteriore detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Il principale presupposto per avere la detrazione è l’effettuazione di un intervento di recupero del patrimonio edilizio. Con la circolare n. 29/E del 18 settembre 2013 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito le regole per poter usufruire della detrazione.

FAQ

Sì.
È necessario aggiungere i prodotti al carrello e confermare l’ordine con iva al 22% scegliendo come pagamento bonifico bancario.

Una volta ricevuta l’email automatica con i nostri dati bancari NON bisogna effettuare subito il Bonifico, ma:

• rispondere direttamente a quella email allegando il modulo IVA di riferimento, correttamente compilato e firmato;

• attendere la Fattura ufficiale (nella fattura saranno riportati i dati bancari);

• effettuare il bonifico parlante indicando come causale il numero e la data della Fattura ricevuta.  

Una volta ricevuta l’email automatica con i nostri dati bancari NON bisogna effettuare subito il Bonifico, ma:

• rispondere direttamente a quella email allegando il modulo IVA di riferimento, correttamente compilato e firmato;

• attendere la Fattura ufficiale (nella fattura saranno riportati i dati bancari);

• effettuare il bonifico parlante indicando come causale il numero e la data della Fattura ricevuta.  

Il bonifico bancario è la modalità di pagamento più sicura e più utilizzata per gli ordini con IVA agevolata.

L’iva al 10% è applicabile se sei in possesso di una pratica edilizia in corso di validità (Scia, Dia, Cil, Cila) che attesti interventi di ristrutturazione, restauro e risanamento conservativo. L’intervento è indicato all’interno della pratica edilizia, nella sezione “Relazione di Asseverazione o Dichiarazione del Progettista”.

Se vuoi usufruire della detrazione fiscale è obbligatorio scegliere come modalità di pagamento bonifico per detrazione fiscale oppure “Bonifico Parlante”.
Questa tipologia di pagamento si sceglie direttamente tra le alternative di pagamento presenti nell’home banking della propria banca.

Il bonifico bancario è la modalità di pagamento più sicura e più utilizzata per gli ordini con IVA agevolata.

Alcuni Istituti Bancari non prevedono la possibilità di effettuare il bonifico per detrazione da internet banking.
Pertanto è necessario recarsi direttamente in Banca.

Se si tratta di manutenzione straordinaria o ordinaria, non possiamo applicare l’aliquota agevolata in quanto questo tipo di intervento agevola solo i lavori eseguiti sull’immobile e non la vendita di prodotti finiti.
Per poter usufruire dell’Iva al 10% i beni devono essere acquistati direttamente dal prestatore dei servizi di manutenzione con Iva al 22%, il quale provvederà a fatturare poi a te con iva al 10% sui lavori.
Puoi comunque usufruire delle detrazioni fiscali in fase di dichiarazione dei redditi effettuando il pagamento con bonifico parlante.

Puoi confermare l’ordine direttamente dal carrello con iva al 22% scegliendo come modalità di pagamento Bonifico Bancario, effettuando quindi il Bonifico Bancario per Detrazione Fiscale
una volta ricevuta la conferma d’ordine via mail.

Puoi effettuare direttamente il pagamento dalla tua Banca inserendo nella causale del bonifico il numero di conferma ordine.

In base alle nuove normative relative alla fatturazione elettronica, al fine di procedere con il bonifico parlante o per detrazione, puoi procedere a effettuare il pagamento inserendo il numero di conferma dell’ordine ricevuto via mail.
Una volta ricevuto l’accredito del pagamento, emetteremo fattura con nota di richiamo al numero di conferma dell’ordine, in modo da usufruire correttamente della detrazione.

Non è un campo obbligatorio ai fini della detrazione, puoi comunque inserire la data dell’ordine.

La pratica edilizia in corso di validità, il documento di identità, il codice fiscale, il modulo di autodichiarazione (clicca qui per scaricare il modulo).

L’iva al 4% è applicabile quando l’acquirente è in possesso di una pratica edilizia in corso di validità (Permesso a costruire o Scia) che attesti interventi di nuova costruzione e/o ampliamento.

Il pagamento può avvenire con carta di credito, PayPal, contrassegno, bonifico bancario ordinario.

I nostri Armadi filomuro sono di fatto delle chiusure frontali per armadio a muro, possono quindi essere considerati degli armadi anche se non includiamo alcuna attrezzatura interna come ad esempio mensole, appendiabiti, cassettiere.

Per usufruire del 
Bonus Mobili, basterà confermare l’ordine direttamente dal carrello scegliendo come modalità di pagamento bonifico bancario o carta di credito. Se scegli il bonifico bancario, dovrai selezionare tra le alternative di pagamento della banca il bonifico per Bonus Mobili.

Chiudi il menu