Pubblicato il

Porte filomuro senza maniglia: impeccabile effetto parete.

Porte filomuro senza maniglia, sistema premi e apri.
Porte filomuro senza maniglia, sistema premi e apri.

Come rendere le porte invisibili ricorrendo al filomuro senza maniglia.

Nell’arredo della casa vi piacerebbe inserire la continuità immacolata di una porta invisibile nella parete? Le porte filomuro senza maniglia assolvono esattamente a questa funzione, grazie alle loro peculiari caratteristiche. Progettate per eliminare qualunque tipo di sporgenza rispetto alla parete ospitante,

le porte raso parete sono prive di cornici e coprifili. Questo garantisce, alla chiusura, una perfetta omogeneità sia tattile che visiva. Una soluzione ideale per chi vuole nascondere un accesso o per occultare vani e nicchie nella parete. Ma anche un’idea di design, che permette di rivestire porte e pareti con la stessa vernice o carta da parati, in modo da valorizzarne la mimesi. Oppure di utilizzare decorazioni e colori a contrasto, per combinazioni ad effetto.

Porte filomuro senza maniglia: quando sceglierle.

Le porte filomuro possono presentare sia una chiusura a battente che scorrevole. L’invisibilità alla chiusura è mantenuta in entrambi i casi, grazie a particolari cerniere registrabili e a sistemi a scomparsa interni alla parete. Naturalmente, se l’effetto che si vuole ottenere è quello di un muro completamente piano e continuo, sarà opportuno scegliere una porta filomuro senza maniglia. Più propriamente, si tratterà di porte filomuro con maniglia a scomparsa, utilizzabili con sistema premi/apri e apparentemente invisibili. Se la scelta della porta filomuro è invece indipendente da una resa totalmente invisibile, nulla vieta l’installazione di una maniglia tradizionale.

Sportelli filomuro senza maniglia: vani nascosti per i tuoi oggetti.

Oltre alle porta filomuro senza maniglia, è possibile creare nicchie invisibili nella parete grazie agli sportelli filomuro. L’obiettivo può essere quello di nascondere casseforti, ripiani porta-oggetti o contatori, per motivi estetici o di sicurezza. Anche in questo caso, l’assenza della maniglia è un prezioso valore aggiunto. Unita alla complanarità dello sportello rispetto alla parete ne permette la “scomparsa” una volta chiuso. Gli sportelli filomuro senza maniglia sono comodamente apribili con sistema push/pull e rappresentano una soluzione molto richiesta nel design contemporaneo. La possibilità di occultare alla vista pannelli e oggetti aiuta infatti a mantenere la pulizia formale degli ambienti.

Pubblicato il

Armadio a scomparsa: la soluzione per ambienti piccoli.

Armadio a scomparsa filomuro.
Armadio a scomparsa filomuro.
Armadio a scomparsa filomuro.

Funzionali e di design, gli armadi a scomparsa danno un tocco di leggerezza anche agli spazi ridotti.

L’armadio a scomparsa è una pratica soluzione per tutti gli ambienti della casa. La sua funzione salva-spazio lo rende un prezioso alleato per mantenere ordine e leggerezza. Non solo assolve al suo compito di contenitore per oggetti e capi di abbigliamento ma, grazie all’estrema pulizia formale, si sposa perfettamente anche a un design essenziale. Ecco tutti i vantaggi di un armadio a scomparsa e le tipologie da scegliere in base alle esigenze di spazio.

I vantaggi dell’armadio a scomparsa nell’interior design.

Anche quando la superficie non è molta, un armadio a scomparsa aiuta a valorizzare lo spazio disponibile. Poter beneficiare di un armadio chiuso per appendere, ad esempio, giubbotti e sciarpe o per riporre borse e zaini permette già di eliminare un ingombro antiestetico e voluminoso. A differenza di un normale armadio, inoltre, un armadio a scomparsa non appesantisce il design, in quanto crea alla chiusura una sorta di parete unica, elegante e pulita. Ecco perché è altamente consigliabile realizzare un armadio a scomparsa sfruttando angoli e rientri nella parete.

Armadio a scomparsa filomuro: essenziale funzionalità.

Se l’armadio a scomparsa è filomuro, quindi privo di cornici e di elementi sporgenti, l’effetto parete è ancora più efficace. Questo tipo di armadi può essere nascosto completamente alla vista utilizzando la stessa vernice delle pareti circostanti. Oppure si può scegliere di rivestirlo in modo particolare, approfittando della superficie perfettamente piana, utilizzando ad esempio stickers o carta da parati. È una soluzione che si presta ad ambienti di ogni tipo, dalle camere ampie, con funzione decorativa, a locali di dimensioni ridotte, come un corridoio o un piccolo studio. Per accrescere ancora di più la percezione dello spazio, si può scegliere un armadio a scomparsa con ante a specchio.

Armadio a scomparsa con ante scorrevoli.

Quando si sceglie un armadio filomuro, si può optare per una versione con anta battente o per un armadio con ante scorrevoli. In quest’ultimo caso il sistema a scomparsa fa rientrare le ante all’apertura nella parete ospitante. L’ingombro dunque è davvero inesistente, in quanto risparmia la superficie dell’arco di apertura dell’anta. L’installazione prevede un lavoro in muratura particolare rispetto al montaggio di un armadio ad ante battenti, ma il risparmio di spazio ne vale la pena. In alternativa, l’armadio a scomparsa può essere costruito in una struttura in cartongesso.

Pubblicato il

Tendenze interior 2019: 5 idee per porte da interni.

porta_battente_linee_oblique

porta_battente_linee_oblique

Dai pattern geometrici ai colori di tendenza: ecco i trend interior 2019 per porte da interni.

Scegliere le porte da interni per un’abitazione è uno dei passi più delicati. Dal loro aspetto e dalla funzionalità dipende una percentuale importante della vivibilità e dello stile della casa. Uno sguardo alle tendenze interior 2019 può aiutare a orientarsi tra le molte opzioni possibili, individuando quelle più consone alle necessità e al gusto personali. L’approccio minimalista continua a conquistare, sia per la purezza estetica che per la valorizzazione degli spazi. Largo dunque a sistemi a scomparsa e porte scorrevoli raso parete, che riducono l’ingombro a vantaggio di un’elegante essenzialità. E per quanto riguarda le tendenze di stile? Ecco i principali trend 2019 per le porte da interni.

1.Tendenze porte da interni: pattern geometrici.

Se amate lo stile moderno e le texture originali, questo è lo stile che fa per voi. I pattern geometrici, dai più elementari ai più elaborati, sono tra le tendenze arredamento dell’anno. La loro resa decorativa è senz’altro spettacolare, purché ben dosata per evitare l’effetto vertigine. L’ideale è scegliere un motivo e declinarlo senza eccessi nei diversi complementi di arredo, spezzando le superfici decorate con toni neutri e monocromie. Scegliere porte raso parete vi permetterà di giocare con l’effetto di continuità della carta da parati in modo creativo e di assoluto impatto.

2.Colore porte interne: la tavolozza 2019.

Le tendenze colore 2019 soddisfano le esigenze di ogni tipo di stile. I più classici possono adottare le nuances della terra, dal mushroom al terracotta, fino al pastello verde salvia, da declinare in porte da interni abbinate alle pareti. Chi ama tonalità più vibranti può optare per l’energico Living Coral, colore Pantone 2019. Giallo e albicocca sono altre tonalità da scegliere per soggiorni vivaci e vitaminiche camerette, mentre l’oro rosa, anche nei dettagli, darà un tocco di ricercatezza agli ambienti più neutri.

3.Porte da interni a contrasto: via libera agli abbinamenti.

Se l’effetto invisibile giova all’essenzialità, a volte anche un unico dettaglio a contrasto trasforma l’aspetto di una stanza. Soprattutto se l’elemento in questione è una porta interna, da laccare o rivestire con audaci accostamenti cromatici. Lo permette la nuova tendenza 2019, che vede convivere a stretto contatto non soltanto tonalità complementari ma anche stili diversi di arredo. Il minimal si tinge di esotico, l’industriale strizza l’occhio al vintage e le barriere diventano meno rigide.

4.Mettete dei fiori nei vostri saloni.

La carta da parati, già di tendenza nel  2018, è ancora protagonista del design di interni. Oltre ai già citati disegni geometrici, potete scegliere motivi floreali, in stile orientale o dal taglio vintage, per decorare le porte da interni. Oppure puntare su variopinte fantasie jungle o vistosi maxi-stickers.

5.Porte da interni in vetro lavorato.

Il vetro resta tra i materiali preferiti del 2019. Porte in vetro lavorato, con o senza telaio in alluminio, si intonano perfettamente a interni contemporanei o inseriti in contesti più classici. La presenza di piante per valorizzarne la rigenerante vitalità è un tocco di benessere che non può che giovare.

Pubblicato il

Porte filomuro per showroom e punti vendita: ecco tutti i vantaggi.

Porte filomuro per showroom.
Porte filomuro per showroom.
Porte filomuro per showroom.

Pratiche ed eleganti le porte raso-parete si prestano perfettamente all’interior design di showroom e negozi.

L’interior design di uno showroom o di un esercizio commerciale è un aspetto determinante per il suo successo. Saper trasmettere un’immagine corrispondente alle aspettative del target e alla personalità del brand è essenziale per una comunicazione efficace. In questo caso, l’esperienza è il messaggio, il modo in cui l’azienda dà prova della propria attenzione al cliente e della capacità di metterlo a suo agio. La scelta di porte filomuro per showroom e punti vendita è una tendenza in crescita che va incontro a questa esigenza. Ecco quali sono tuttii vantaggi dei sistemi raso-parete.

Design filomuro: spazio al prodotto.

Scegliere porte scorrevoli filomuro per showroom e negozi significa innanzitutto ottimizzare lo spazio. All’interno di un esercizio commerciale il prodotto e il brand sono protagonisti e ogni altro elemento deve essere funzionale alla loro valorizzazione. Ingombrare inutilmente lo spazio disponibile è uno dei peggiori errori di allestimento. Le porte filomuro scorrevoli risparmiano l’ingombro dell’arco di apertura, inoltre l’assenza di cornici e coprifili le rende essenziali anche nell’estetica. Un duplice vantaggio che aumenta la quantità di spazio disponibile ed evita ridondanze anche nel colpo d’occhio.

Tutta l’eleganza dell’essenziale.

Non è un segreto che il design minimale è uno degli stili dall’effetto più ricercato. La classe e la pulizia di linee semplici e impeccabili trasmette immediatamente una sensazione di accuratezza. Soprattutto quando si sposa alla perfetta funzionalità di sistemi raso-muro ben congegnati, che garantiscono alla chiusura un totale allineamento alla parete ospitante. All’interno di uno store, questo si traduce nella percezione di efficacia e attenzione ai dettagli, due valori decisamente positivi che si riflettono sul brand.

Versatilità nello stile.

Un altro vantaggio della scelta di porte filomuro per showroom e punti vendita è la possibilità di adattarle facilmente al concept e al design prescelti. La notevole versatilità di questo tipo di porte, in perfetta continuità con la parete, non pone infatti limiti alla personalizzazione. Sia che si voglia sfruttarne l’effetto invisibile alla chiusura, sia nel caso di rivestimenti particolari, con stickers, carta da parati o altre texture esclusive. Questo consente di inserire le porte filomuro tanto all’interno di uno store dal design contemporaneo che nell’ambito di un’estetica più classica.

Facilità di installazione.

Le porte filomuro possono essere montate sia in pareti in muratura che in cartongesso. Una volta acquistato il telaio e il pannello, seguendo le indicazioni di installazione della porta filomuro, si può procedere anche personalmente alla messa in opera.

Pubblicato il

Come installare uno sportello filomuro nel cartongesso.

Sportello filomuro nel cartongesso.
Sportello filomuro nel cartongesso.
Sportello filomuro nel cartongesso.

Istruzioni passo passo per installare uno sportello filomuro nel cartongesso in modo pratico e veloce.

Installare uno sportello filomuro nel cartongesso è un’operazione piuttosto semplice una volta acquistati i componenti. Questo tipo di sportelli è particolarmente utile nell’arredamento, in quanto permette di nascondere nicchie e vani porta-oggetti, oltre a contatori e impianti elettrici. La totale invisibilità del filomuro alla chiusura non intacca l’aspetto omogeneo della parete, grazie all’assenza totale di cornici. Inoltre, il sistema di apertura push/pull consente di evitare anche l’installazione della maniglia qualora si desideri una mimesi perfetta. Ma come si installa uno sportello filomuro nel cartongesso? Ecco di seguito le istruzioni.

Caratteristiche dello sportello filomuro necessarie all’installazione.

Uno sportello filomuro presenta un apposito telaio in alluminio che ne permette l’installazione in modo da risultare perfettamente invisibile una volta chiuso. Prima di procedere all’installazione, assicuriamoci che il telaio sia predisposto anche al montaggio nel cartongesso, come nel caso degli sportelli PannelloFilomuro. In questo caso, ad esempio, il pannello è costituito da un’anta MDF spessa 19mm e preinstallata su un telaio con sistema di chiusura premi-apri. Ideale, dunque, anche per botole di ispezione che permettono l’accesso alle parti interne di strutture in cartongesso. La perfetta linearità dell’anta rispetto alla parete è garantita dalle cerniere registrabili.

Come installare uno sportello filomuro: procedimento nel cartongesso.

Per l’installazione dello sportello filomuro nel cartongesso rimandiamo alla figura seguente:

Come installare uno sportello filomuro nel cartongesso.
  • Innanzitutto, inseriamo lo sportello completo di pannello B montato su telaio A all’interno del vano, rispettando accuratamente il piano e il piombo.
  • Con apposite viti da lamiera, fissiamo il telaio alla struttura in cartongesso C.
  • Nel caso di parete in cartongesso già completata, procediamo avvitando il telaio dal lato interno, lavorando con gli sportelli aperti come in figura 1.
  • A questo punto non resta che garzare e stuccare le parti di attacco tra il cartongesso e il telaio di alluminio.
Pubblicato il

Porte filomuro a tutta altezza: il design scenografico per gli interni.

porte scorrevoli vendita online

porte scorrevoli vendita online

Come pareti scorrevoli, le porte filomuro a tutta altezza modificano gli spazi e la loro percezione.

Conosciute anche come porte a soffitto, le porte filomuro a tutta altezza sono una soluzione di grande impatto per il design di un’abitazione. La loro conformazione particolare permette di sfruttare tutto lo spazio disponibile in altezza della parete, trasformandolo in una risorsa estetica e funzionale. Molto utilizzate nel design moderno e contemporaneo, le porte filomuro a tutta altezza sono infatti estremamente eleganti. Inoltre comportano dei vantaggi pratici non indifferenti, nell’illuminazione degli ambienti e nella loro articolazione. Ecco tutti i vantaggi delle porte a soffitto filomuro.

Aria e luce per rivitalizzare gli ambienti con porte filomuro a tutta altezza.

La maggiore superficie di apertura è sicuramente tra le caratteristiche più apprezzate di una porta a soffitto. Rispetto alle porte più basse, la porta filomuro a tutta altezza permette di massimizzare l’ingresso di aria e di luce. Un vantaggio non indifferente quando si tratta di illuminare e dare respiro agli ambienti. Stanze anguste si trasformano radicalmente in spazi ameni e confortevoli, mentre gli ampi saloni sono ulteriormente valorizzati. La vivibilità degli interni non può che trarre giovamento da una simile soluzione, con effetti benefici sull’atmosfera della casa e il benessere di chi la abita.

Separare gli ambienti con leggerezza.

Le porte filomuro a tutta altezza sono molto efficaci anche per separare gli ambienti senza appesantirli. Il design di interni si sta orientando sempre di più verso la predilezione per l’open space e per ambienti di maggior respiro. Una porta a tutta altezza scorrevole permette di unire all’occorrenza gli ambienti contigui, semplicemente facendola scorrere al pari di una parete a scomparsa. Questa soluzione è particolarmente ambita quando si tratta di abitazioni di dimensioni considerevoli, dove lo spazio a disposizione si presta a diversi utilizzi.

L’impatto decorativo delle porte a tutta altezza.

Al di là dei vantaggi pratici, le porte filomuro a soffitto si distinguono per la bellezza delle linee essenziali. Oltre all’assenza di cornici tipica delle porte a filomuro, una porta a tutta altezza non è interrotta trasversalmente in alcun modo, favorendo l’effetto di longilineità. Caratteristiche che permettono di sfruttarla anche in funzione decorativa, con rivestimenti particolari o con il semplice effetto scenografico della porta stessa. PannelloFilomuro realizza su richiesta porte filomuro a tutta altezza scorrevoli e a battente, rivestibili con laccature e texture personalizzate.

Pubblicato il

Come rivestire una porta filomuro: a ogni stile la sua finitura

Come rivestire una porta filomuro.
Come rivestire una porta filomuro.
Come rivestire una porta filomuro.

Dalle più classiche alle più originali. Tutte le soluzioni per rivestire una porta filomuro.

Volete installare una porta filomuro e cercate l’idea giusta per il rivestimento? Le soluzioni per rivestire una porta filomuro sono davvero tantissime, da scegliere in base allo stile e alla personalità dell’ambiente. Le porte raso parete si prestano infatti a interpretare qualunque esigenza estetica, dalla ricerca dell’effetto di invisibilità alle soluzioni più originali. Ecco quali rivestimenti scegliere in base allo stile desiderato.

Rivestire una porta filomuro con smalti e vernici colorate.

Una delle soluzioni più apprezzate per le porte filomuro è la colorazione in continuità con la parete ospitante. In questo modo l’effetto ottenuto è di completa invisibilità. Un’altra soluzione è scegliere vernici o laccature in colori a contrasto con la parete, magari riprendendo le tonalità degli arredi. In questo modo la porta diventa un elemento di arredo originale e di impatto. Alcuni rivenditori danno la possibilità di rivestire le proprie porte in autonomia o di personalizzare la porta in questione. Le porte PannelloFilomuro, ad esempio, possono essere consegnate sia al grezzo che con laccatura opaca, nei colori scelti dal cliente.

Rivestire la porta filomuro con carta da parati o stickers.

Una seconda soluzione per l’invisibilità è rivestire la porta raso muro con la stessa carta da parati delle parete. Questo avvalora l’effetto di scomparsa alla chiusura, con una percezione di impeccabile omogeneità. Anche la carta da parati può essere utilizzata in funzione creativa, per esempio con decorazioni o motivi particolari che riprendono la texture del pavimento a contrasto con la parete.

Un’altra opzione decorativa è l’utilizzo degli stickers, scelti in modo da spiccare su una laccatura opaca omogenea.

Rivestimento porte filomuro con texture in rilievo.

La versatilità delle porte raso parete concede anche di giocare con texture particolari. Dal tessuto non tessuto alle trame in rilievo, i rivestimenti possibili per un pannello filomuro sono moltissimi, pronti a assecondare l’estro di ogni designer di interni. Grafiche moderne ed echi classici con un ricercato effetto materico.

Rivestimenti in piastrelle, pietre naturali e lamine di alluminio.

Per chi ama osare anche nell’arredamento, rivestire una porta filomuro può diventare una vera sfida alla fisica. Piastrelle, lamine di alluminio o pietre naturali possono trasformare una porta in un elemento assolutamente unico. Naturalmente, per questo tipo di rivestimenti, la qualità della porta deve essere adeguata. PannelloFilomuro realizza su richiesta porte dotate di cerniere aggiuntive, predisposte per compensare il peso e lo spessore del rivestimento scelto.

Porte filomuro in legno tinto o naturale.

Elegante e raffinato, il legno riscalda l’atmosfera e si sposa amabilmente a uno stile di arredamento classico. Una porta filomuro in legno unisce il fascino del minimalismo alla classe della materia. PannelloFilomuro realizza porte in rovere naturale, rovere tinto moro, tinto grigio o sbiancato, tutte disponibili anche nella versione effetto segato con contro-vena.

Pubblicato il

Filomuro e stile classico: le soluzioni da scegliere.

Porte filomuro e stile classico.
Porte filomuro e stile classico.
Porte filomuro e stile classico.

Non solo design moderno. Ecco come abbinare pannelli filomuro e stile classico nell’interior design.

Minimale e versatile, il design filomuro è particolarmente apprezzato nell’arredamento di interni in stile moderno e contemporaneo. Ma porte e sportelli filomuro si prestano perfettamente anche a valorizzare uno stile classico, con un effetto elegante e ricercato. Naturalmente dipende tutto dalla scelta oculata dell’arredo e del contesto nel quale viene inserito. In linea generale, si può scegliere di giocare con il rivestimento, le tonalità e i materiali della soluzione filomuro in relazione all’ambiente ospitante. Ecco alcuni preziosi consigli per conciliare filomuro e stile classico nell’interior design.

Soluzioni filomuro e stile classico: nascondere con classe.

Uno dei principali vantaggi delle porte e degli sportelli filomuro è la possibilità di “sparire” all’interno della parete ospitante. L’assenza di cornici e la perfetta linearità con la superficie circostante al pannello ne garantiscono la mimesi. Questo può sembrare di secondaria importanza all’interno di uno stile, come quello classico, dove la funzionalità cede il passo a un’estetica a volte ridondante. Ma non è affatto così.

L’abbondanza di dettagli in uno stile classico è tollerata quando si tratta di decorazioni e forme distintive del periodo storico al quale si ispira. Ben poco giovano, ad esempio, elettrodomestici e complementi Hi-tech che pure fanno parte del nostro quotidiano. Uno sportello o una porta filomuro, in tonalità o rivestimenti identici alla parete, possono rivelarsi preziosi scomparti segreti dietro a quali celare indesiderabili “peccati” di modernità. Almeno fino al prossimo utilizzo.

Abbinare filomuro e stile classico nell’arredamento giocando sul colore.

La possibilità di personalizzazione è un’altra caratteristica tipica del filomuro. Sceglietelo allora per ottenere raffinate atmosfere classiche attraverso i colori e le tonalità che più si addicono a questo stile. I toni neutri e delicati delle tonalità pastello ben si addicono alle superfici estese, mentre l’oro è da riservarsi a dettagli e decorazioni. Queste ultime possono essere declinate anche in carta da parati, da utilizzare per la parete come per il rivestimento delle porte filomuro.

Porte filomuro in legno e stile classico: i materiali naturali.

Lo stile classico predilige l’utilizzo di materiali naturali, in primis il legno e la pietra. Le porte filomuro in legno di rovere sono la soluzione ideale per riscaldare l’ambiente con un tocco di stile. Utilizzabili in abbinamento con il parquet, magari in contrasto con la tonalità della parete, le porte filomuro in legno dimostrano gusto e personalità.

Pubblicato il

Come installare una porta filomuro battente.

Come installare una porta filomuro battente.
Come installare una porta filomuro battente.
Come installare una porta filomuro battente nel cartongesso.

Installare una porta filomuro richiede alcune importanti valutazioni. Ecco come farlo nel modo più semplice.

La scelta di porte filomuro nell’arredamento comporta sicuramente molti vantaggi in termini di resa estetica, funzionalità e personalizzazione. Ma come si installa una porta filomuro? La riuscita dell’operazione dipende molto dal tipo di porta, in quanto alcune sono piuttosto complicate e richiedono l’intervento del rivenditore. Nel caso delle porte PannelloFilomuro l’installazione è estremamente agevole, grazie alle peculiari caratteristiche dei pannelli e all’accuratezza di soluzioni predisposte ad hoc, che riducono al minimo le possibilità di errore. Questo permette a chi ne acquista una di non dover necessariamente ricorrere al servizio di installazione. Ecco come installare una porta filomuro battente.

Installazione porta filomuro in cartongesso o in muratura: la scelta preliminare.

Prima di procedere all’installazione della porta filomuro, bisognerà scegliere il tipo di struttura nel quale inserirla. Le porte PannelloFilomurosono ideali sia per pareti in muratura che in cartongesso. Secondo le esigenze, la porta verrà fornita con le caratteristiche idonee all’installazione, con la certezza che il risultato sarà comunque un effetto di impeccabile continuità con la parete.

Caratteristiche porta filomuro da installare.

Le porte PannelloFilomuro sono disponibili sia nelle misure standard(Larghezza 60-70-80 cm e altezza 210 cm) che in dimensioni personalizzabili. Per garantire la massima possibilità di scelta, sono disponibili anche versioni tutta altezza, prive di traverso superiore, versioni bilico e a doppia anta. Il pannello è già perforato per accogliere le cerniere, che sono a scomparsa e registrabili. Questo garantisce il perfetto allineamento delle ante. Inoltre, ogni porta dispone di serratura magnetica di serie che evita lo sfregamento del telaio da parte dello scrocco normalmente presente nelle serrature classiche.

Misure anta e telaio porta filomuro battente.
Misure anta e telaio porta filomuro battente.

Come installare una porta filomuro battente nel cartongesso.

Per l’installazione della porta filomuro nel cartongesso rimandiamo alla figura seguente.

  • Per prima cosa, bisognerà inserire il telaio A nell’apposito vano, in modo da allineare perfettamente la lastra di cartongesso alla parete esterna del telaio.
  • Prima di fissare il telaio, verificheremo con l’aiuto del filo a piombo la sua perfetta planarità.
  • A questo punto fisseremo il telaio utilizzando le staffe B, già predisposte. Nel farlo, ci assicureremo che il telaio sia in piano e in piombo. Importante: dal lato interno avremo cura che il profilo di alluminio si sovrapponga al cartongesso, come appare nel particolare C.
  • Garziamo a stucchiamo accuratamente le parti di attacco tra il cartongesso e il telaio in alluminio. Poi inseriamo l’anta nel telaio, avvitando le cerniere ai fori presenti su di esso.
  • Proseguiamo con lo spessoramento dell’anta in basso, in modo da poter registrare le cerniere in assenza di peso.
  • Terminata questa operazione, togliamo lo spessore e installiamo le maniglie scelte.

 

installare-porta-filomuro-cartongesso
Come installare una porta filomuro nel cartongesso.
Pubblicato il

Arredi outdoor: le tendenze primavera/estate 2018

arredi outdoor 2018
arredi outdoor 2018
Outdoor 2018: Emma.

Tutte le tendenze outdoor per la nuova stagione alle quali ispirarsi

L’arredamento outdoor è stato protagonista anche della recente Milano Design Week. Complice l’arrivo della primavera/estate 2018, naturalmente, ma anche la costante innovazione di materiali e soluzioni. Mobili e tessuti pensati per vivere gli spazi esterni con rilassante praticità senza rinunciare a un’estetica impeccabile. Ecco quali sono i trend per arredare terrazze, giardini e balconi.

Arredi outdoor primavera/estate 2018: versatilità al potere

La prima delle tendenze outdoor 2018 è la volontà di superare i limiti, sia di tempo che di spazio. La ricerca di materiali e tessuti resistenti, per arredi sempre più progettati per le quattro stagioni, segue questa direzione. Parallelamente la distinzione tra outdoor e indoor si assottiglia per lasciare posto a soluzioni ibride, ideali per terrazze e verande semicoperte, ma anche giardini protetti da gazebi.

Suggestioni vintage e innovazione materica: resistenza e design

Per assecondare la versatilità degli arredi, la ricerca di materiali innovativi è di importanza essenziale. A giudicare dalle collezioni esposte alla Milano Design Week 2018, la resistenza alle intemperie va di pari passo con lo stile. Dalla sedia a conchiglia di Dedon alla Ginger del ’78, fino allo schienale in rete della sedia Bergére Emma, gli echi vintage ammantano gli arredi di un tocco affettivo senza essere nostalgico. Ad attualizzarli è la scelta di tessuti tecnici ed estraibili, rivestimenti termoplastici o in PVC e di strutture resistenti in teak, pietre sinterizzate, alluminio termolaccato o acciaio zincato. Una perfetta sintesi tra sostanza e apparenza.

Comfort ed ecologia: la nuova architettura outdoor

L’attenzione alle soluzioni eco-friendly e un’altra delle tendenze outdoor trasversali a diversi progetti. Le architetture per esterni si fanno più complesse e rivoluzionarie. Le pergole bioclimatiche promettono efficienza e impatto minimo, oltre alla capacità di adattarsi alle diverse condizioni meteo grazie alle lamelle orientabili. Veri e propri salotti da esterno si avvalgono di linee ispirate all’indoor e di funzionalità altrettanto avanzate. Cucine a diffusione e tetti e pareti regolabili ricreano all’occorrenza l’intimità delle pareti domestiche.